Sintomi, diagnosi e trattamento dell'osteocondrosi cervicale di 1° grado

L'osteocondrosi cervicale di grado 1 è la fase iniziale dei cambiamenti distruttivi e degenerativi irreversibili nei dischi intervertebrali cartilaginei e nei corpi ossei vertebrali. Raramente è possibile diagnosticare la patologia in una fase iniziale di sviluppo, poiché l'osteocondrosi cervicale potrebbe non manifestarsi clinicamente. Anche sulle immagini radiografiche, spesso non ci sono segni caratteristici di danno alle strutture cartilaginee.

Osteocondrosi cervicale alla radiografia

Caratteristiche dell'osteocondrosi cervicale 1 grado

L'osteocondrosi del rachide cervicale di 1o grado viene spesso rilevata per caso - quando si diagnosticano altre patologie, nemmeno legate al sistema muscolo-scheletrico. Ma a volte il paziente stesso viene a vedere il medico, allarmato dal deterioramento del benessere generale. Infatti, nonostante l'assenza di sintomi pronunciati di osteocondrosi, i dischi intervertebrali hanno già subito alterazioni degenerative:

  • i tessuti cartilaginei sono diventati più densi e ingranditi;
  • crepe radiali apparivano sugli anelli fibrosi.

La perdita di elasticità ed elasticità dei dischi intervertebrali ne ha peggiorato le proprietà ammortizzanti. A causa della loro incapacità di mitigare completamente il carico sulle vertebre, esiste ancora una leggera instabilità del rachide cervicale. Ma anche un leggero spostamento delle strutture cartilaginee o ossee diventa un prerequisito per l'ulteriore rapida progressione dell'osteocondrosi.

Quadro clinico

Con l'osteocondrosi del 1o grado del rachide cervicale, i segni caratteristici di questa patologia possono essere assenti. La persona spiega il disagio che si verifica di volta in volta dalla fatica dopo l'attività fisica o l'eccessivo sforzo muscolare dovuto a una lunga permanenza del corpo in una posizione. A poco a poco, l'intensità del dolore nella parte posteriore del collo aumenta.

Sensazioni dolorose periodiche, doloranti e ancora lievi compaiono per la prima volta dopo aver sollevato oggetti pesanti o ipotermia. Non hanno una localizzazione chiara, spesso si irradiano alle spalle e alla parte superiore della schiena. Si sviluppa la sindrome del dolore scapolare spalla, che diventa il primo segno specifico dell'osteocondrosi cervicale. Nella fase iniziale dello sviluppo, la patologia può manifestarsi clinicamente come segue:

  • restrizione della mobilità nel collo. Quando si inclina o si gira la testa, si avverte rigidità dei movimenti, non accompagnata dalla comparsa di dolore;
  • la sensibilità delle parti del corpo innervate dai plessi nervosi comuni alla regione cervicale comincia a diminuire. Diminuisce la tattilità delle spalle e degli avambracci, meno spesso delle mani;
  • Intorpidimento degli arti superiori con osteocondrosi cervicale
  • il paziente avverte una diminuzione della forza muscolare delle braccia;
  • mal di testa, vertigini diventano più frequenti, l'acuità visiva diminuisce per un breve periodo.
  • Mal di testa e vertigini sono segni comuni di osteocondrosi cervicale

L'osteocondrosi cervicale di 1 ° grado può essere indicata da attacchi di dolore acuto, penetrante, lancinante. Di solito si verificano con un brusco giro della testa. Ecco come si manifesta l'aumento del tono dei muscoli del collo. Il loro spasmo è una reazione compensatoria del corpo all'instabilità dei segmenti spinali.

L'osteocondrosi è caratterizzata da cambiamenti nelle recidive con fasi di remissione. Con le esacerbazioni, il disagio al collo si avverte costantemente. Nel quadro clinico sono presenti contemporaneamente segni vascolari, neurologici e statici. Nella fase di remissione, la malattia è quasi asintomatica.

Diagnostica

La diagnosi viene fatta sulla base dei reclami del paziente e di una serie di test per determinare la mobilità dei segmenti cervicali. Un indizio è una storia di precedenti traumi o patologie sistemiche del sistema muscolo-scheletrico (gotta, reumatoide, artrite reattiva).

La procedura diagnostica più informativa è la radiografia. Patologie di 1 grado corrispondono a 1 o 2 stadi radiografici. Le immagini ottenute mostrano i segni tipici della malattia.

Stadi radiografici dell'osteocondrosi cervicale 1 grado Segni caratteristici
Fase 1 Piccoli cambiamenti nella curvatura della colonna vertebrale nel rachide cervicale, che interessano uno o più segmenti
Fase 2 Leggero ispessimento dei dischi intervertebrali, deformazione dei processi uncinati, raddrizzamento della lordosi, lieve crescita delle strutture ossee
Manifestazioni di osteocondrosi del rachide cervicale alla radiografia

A volte, è necessaria la risonanza magnetica per chiarire la diagnosi. Con il suo aiuto, è possibile rilevare un processo infiammatorio lento asettico e cambiamenti distruttivi-degenerativi nei dischi intervertebrali.

Terapia

Il trattamento dell'osteocondrosi cervicale di 1o grado è a lungo termine. Nella fase iniziale dello sviluppo, la patologia si presta bene alla terapia conservativa. Ai pazienti vengono prescritti farmaci, si raccomandano fisioterapia e procedure di massaggio.

Massaggio della zona del collare cervicale con osteocondrosi cervicale

Tutti i metodi di trattamento mirano a migliorare la circolazione sanguigna nel rachide cervicale. Ciò evita il deterioramento del trofismo dei dischi intervertebrali - la causa principale dello sviluppo dell'osteocondrosi. E l'eliminazione della carenza di nutrienti e ossigeno stimola la parziale rigenerazione dei tessuti cartilaginei.

Preparati farmacologici

Clinicamente, l'osteocondrosi di grado 1 si manifesta con un lieve dolore, per la cui eliminazione non è necessario utilizzare farmaci sotto forma di compresse o soluzioni per la somministrazione parenterale. Si consiglia ai pazienti, se necessario, di strofinare pomate, gel o creme nella parte posteriore del collo:

  • farmaci antinfiammatori non steroidei;
  • agenti localmente irritanti, distraenti, riscaldanti.

In questo caso, è ancora meglio usare non droghe, ma additivi biologicamente attivi per uso esterno con canfora, alcool formico, estratto di peperone rosso, veleno d'api.

Negli schemi terapeutici, i vertebrologi includono i condroprotettori sistemici. Le soluzioni per iniezione vengono utilizzate per diversi giorni. E poi l'effetto terapeutico viene risolto prendendo le pillole. La durata del corso di trattamento va da diversi mesi a 2 anni.

Trattamento non farmacologico

Per il trattamento dell'osteocondrosi di 1o grado, vengono utilizzati metodi fisioterapici utilizzando vari fattori fisici: correnti a bassa frequenza, campi magnetici, laser, ultrasuoni. Le procedure aiutano ad alleviare il dolore, alleviare l'infiammazione asettica ed eliminare l'aumento del tono dei muscoli del collo.

Trattamento laser dell'osteocondrosi del rachide cervicale

Neurologi e vertebrologi raccomandano che i pazienti visitino regolarmente la sala massaggi. Grazie all'effetto meccanico misurato sulle vertebre, i muscoli spasmodici si rilassano, la circolazione sanguigna e la microcircolazione migliorano e l'immunità locale viene rafforzata. Nel trattamento dell'osteocondrosi cervicale vengono utilizzati i seguenti tipi di massaggio:

  • classico;
  • punto;
  • vuoto.

Per aumentare la gamma di movimento nel rachide cervicale, per eliminare i primi segni di cambiamenti nella lordosi, consente la terapia manuale con un metodo di azione selezionato individualmente.

Tecniche manuali per il trattamento dell'osteocondrosi cervicale

Per ripristinare la forma anatomicamente corretta della colonna vertebrale o aumentare la distanza tra le vertebre, viene utilizzata la trazione (trazione a secco o subacquea della colonna vertebrale).

Trazione subacquea della colonna vertebrale con osteocondrosi cervicale

Esercizi regolari di ginnastica medica possono sostituire l'assunzione di farmaci, massaggi e fisioterapia. Quando si eseguono esercizi di terapia fisica, la circolazione sanguigna migliora, i muscoli del collo si rafforzano, si stabilizzano le vertebre e si normalizza il trofismo dei tessuti. L'allenamento quotidiano è un'ottima prevenzione del dolore e della rigidità dei movimenti.

Le prime lezioni di fisioterapia (kinesiterapia) vengono svolte sotto la guida di un medico fisioterapista. Ti mostra come eseguire gli esercizi dosando il carico sui dischi e sulle vertebre per evitare la compressione delle radici spinali. Dopo alcuni giorni, il paziente può studiare autonomamente a casa.

Il valore del rilevamento tempestivo della malattia risiede in una prognosi favorevole per il pieno recupero. Prima viene eseguita la terapia, maggiore è la probabilità di un completo ripristino dell'attività funzionale della colonna vertebrale.